STORIA DEL PILATES

ginnastica, esercizi gambe, esercizi braccia

II metodo pilates e stato messo a punto da Joseph Hubertus Pilates, nato a Dusseldorf nel 1880. A causa della sua debole struttura fisica e della sua salute cagionevole, Pilates si avvicinò alla ginnastica per riacquistare forza e costruirsi un fisico da atleta. Iniziò cosi a sperimentare diversi metodi salutistici e pratiche sportive. Assimilando e selezionando gli aspetti più efficaci di ciascun metodo riuscì a sviluppare una disciplina in cui forza e flessibilità sono in eccellente equilibrio.

Durante la Prima Guerra Mondiale, Pilates venne internato in Inghilterra per un anno insieme ad altri connazionali. Qui, a contatto con soldati reduci dalle battaglie e costretti a letto, cercò di utilizzare il suo metodo a scopi riabilitativi. È qui che iniziò a ideare le prime attrezzature per l'applicazione pratica dei movimenti da lui studiati. Ritornò in Germania dove insegnò autodifesa nella Polizia di Amburgo e nell’esercito tedesco e continuò ad elaborare le sue attrezzature.

Nel 1926 emigrò negli Stati Uniti d‘ America dove, insieme alla moglie Clara, aprì il suo studio a New York. Al principio fu frequentato da uomini provenienti dall' ambiente del pugilato, poi la vicinanza dello studio con la sede del City Ballet indusse molte ballerine a cercare l‘aiuto di Joe per la riabilitazione. Iniziò cosi uno stretto rapporto con questa disciplina.

Nel 1934 le sequenze codificate del suo programma vennero pubblicate in un libro «Return to life through contrology and your health». Dopo la sua morte, nel 1967, si svilupparono molte scuole che insegnano tuttora il suo metodo e che contribuiscono alla sua evoluzione.